SN-T5 SUNELL

Il termoscanner intelligente per la rilevazione della temperatura corporea contro il contagio da coronavirus


Il termoscanner bispettrale per la misurazione della temperatura a distanza

Il termoscanner Body Temp SN-T5 è un sistema di rilevazione della temperatura corporea proggettato e realizzato appositamente per contrastare gli effetti di un’epidemia, quali ad esempio la Sars o l'attuale Covid-19, e quindi si configura come lo strumento ideale per la protezione della comunità da malattie, epidemie e quanto possa essere divulgato attraverso persone non in perfette condizioni di salute. L'impiego del termoscanner SN-T5 garantisce la protezione delle comunità da malattie, epidemie e ogni sorta di contagio propagato attraverso persone non in buone condizioni di salute.

Rispetto ai misuratori di temperatura normalmente conosciuti, SN-T5 è una termocamera caratterizzata da uno scanner per la rilevazione della temperatura corporea appositamente concepita e progettata ad-hoc per individusare con incredibile precisione individui affetti da infezioni virali quali Sars e Coronavirus. Le funzionalità di questo termoscanner si basano sull’impiego di un sistema di misurazione automatico che consente di non esporre gli operatori alla vicinanza di un soggetto infetto e di non costringere le persone a fermarsi per effettuare la misurazione. Tale sistema di misurazione risulta essere di gran lunga la meno invasiva e la più discreta.


Il termoscanner Body Temp SN-T5, grazie all'ottica dedicata per il rilevamento facciale, individua in maniera non invasiva il volto di 16 persone per ogni fotogramma (30ms) - oltre 45 volti al secondo - e utilizzando la seconda telecamera termica, rileva la temperatura della fronte e la trasforma in temperatura corporea, segnalando casi di febbre con una precisione pressoché assoluta (tolleranza inferiore ai 0,3°C).


L'immediata segnalazione dell'individuazione di un'anomalia termica avviene automaticamente e con uno scarto di tempo infinitesimale, permettendo quindi di intervenire fisicamente solo in casi di reale pericolo di contagio e senza creare allarme o panico tra gl'altri utenti.

Il criterio di controllo preventivo si basa sul concetto di monitoraggio a distanza ed avviene con l’ausilio di un sofisticato software dedicato, che grazie a un particolare algoritmo considera i fattori ambientali e rileva in tempo reale e in modo continuo la temperatura di gruppi di persone con un margine d’errore infinitesimale.

Il sistema è in grado di diramare gli allarmi per la presenza di casi sospetti, sia localmente che attraverso connessioni remote (web) a centrali di controllo e monitoraggio distribuite geograficamente.

In contesti quali asili, scuole, case di cura, cliniche, supermercati, negozi, aeroporti, ospedali, enti pubblici e privati, etc.., è possibile prevedere l'interfacciamento del sistema ad un database degli utenti che normalmente frequentano il luogo monitorato. In tal modo sarà possibile ricevere indicazioni puntuali basate sul confronto del riconoscimento facciale con i dati immagine della persona, consentendo quindi di intervenire direttamente sulle persone individuate.


Il Termoscanner SN-T5 trova uno specifico campo di applicazione in tutti quegli ambienti di lavoro ad alta frequentazione di utenti e/o con un notevole flusso di personale. Il suo impiego risulta essere finalizzato alla protezione dal contagio da Coronavirus attraverso la misurazione di massa della temperatura corporea negli aeroporti, nei terminal portuali, nelle stazioni ferroviarie, nelle metropolitane, negli asili, nelle scuole e nelle università, nelle industrie, nei grandi uffici, negli ospedali, nelle cliniche e nei centri medici, nelle piscine, palestre e nei centri fitness, nelle strutture per anziani (case di cura e case di riposo), nelle caserme, nei tribunali, nei centri commerciali, nei supermecati e nella grande distribuzione.


Il termoscanner SN-T5 è già operativo in tutto il mondo e in Italia negli aeroporti di Catania, Roma, Firenze, Pisa, Trieste, Venezia, Treviso, Verona, mentre è in corso di installazione presso gli scali di Palermo, Trapani, Bologna e nelle sedi della Protezione Civile, Banca Popolare di Milano, Poste Italiane, Enel, Eni, Ferrero, Ospedale San Raffaele, Kos Group Anni Azzurri, Unigra, Bitma, Kronosan.

Tra le aziende più importanti dove troviamo la SN-T5 già installata figurano le sedi dell'IBM, Intesa San Paolo, Generali Assicurazioni, Lendlease, Cassa Forense di Roma e tantissime altre l'anno scelta quale migliore espressione di tecnologia in termini di efficacia ed affidabilità.



Incentivi fiscali


Il credito di imposta per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro previsto dall’articolo 64 del decreto numero 18 del 17 marzo 2020, ovvero il DL Cura Italia, viene esteso non solo all’acquisto di mascherine, guanti ed altri dispositivi di protezione personale, ma anche a dispositivi istallati per la sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro.


Una scelta responsabile

Mai come in questo periodo, ogni imprenditore ha potuto constatare quanto sia oneroso bloccare la propria attività e quanto sia diventato importante tutelare la salute del proprio personale dipendente e dei propri clienti.

E’ giunto il momento di investire in strumenti che tutelino la propria azienda, il proprio personale e la propria clientela.

Una scelta responsabile e determinante dagli effetti positivi sul fatturato e soprattutto sulla salute di ognuno di noi.

AIDA CENTER

Documentazione:

Altre soluzioni:

Nome*
Cognome*
Ragione Sociale / Azienda
Recapito telefonico*
Indirizzo email valido*
Oggetto
Messaggio*
Risultato dell'operazione [2 + 2 = ?]*